Rimandando la memoria a quando si era bambini, quanti ricordano quanta attenzione gli adulti, non i nostri genitori, ci davano? Chi non ricorda dell’indifferenza od al massimo di un timido “ciao piccolino” e poi nient’altro. Bene, gli adulti sono i maggiori fruitori del servizio di noleggio con conducente.

Li si accoglie nel modo adeguato, ci si preoccupa del loro confort e del loro benessere. Ma quando si ha a che fare con i più piccoli?

Riteniamo che i bambini meritino la stessa cura ed attenzione che si rivolge agli adulti

Accosciarci, stringere loro la mano ponendoci alla stessa altezza, dare loro quel giusto senso di importanza per non farli sentire…bambini.

Si tratta di ospiti a tutti gli effetti. Relegarli ad un ruolo secondario rimarcando il loro status di bambini non si addice al nostro stile.

D’obbligo dunque chiedere anche a loro come procede il viaggio, se si sentano accolti e, soprattutto, sicuri.

Provvediamo al corretto sistema di ritenzione per garantirne la sicurezza quando si è in marcia e, conseguentemente, adottiamo uno stile di guida consono affinché il viaggio proceda nel migliore dei modi: i più piccoli sono coloro che soffrono maggiormente degli spostamenti in auto. Niente manovre brusche o salti di corsia, rispettare le distanze, ma stile tranquillo come si deve per un buon autista serio e professionale e, perché no, suggerire e prevedere una sosta in più calcolando a priori tempi di tragitto più dilatati.

Questo è ciò che offriamo. Questa è per noi parte della qualità del servizio. La quantità la lasciamo agli altri…